DON GIOVANNI ALL’OPERA DEI PUPI

Sul grande palcoscenico è installato il teatrino dei pupi. La visione di un carro funebre che attraversa la scena, sulle note del Lacrimosa del Requiem di Mozart – sua ultima composizione –   evoca il funerale del grande musicista.
Uno spostamento ideale su Palermo viene fatto con la canzone siciliana “Vitti ‘na crozza”.
Si accendono le luci sul teatrino. Il pubblico in platea vede inquadrato, nell’esiguo spazio della scena del teatrino, un altro pubblico. Un gruppo di palermitani, rappresentati dai pupi di farsa, è raccolto in una piazza e aspetta il “cuntista” Mastru Ramunnu che ogni giorno, a puntate, racconta la storia dei Paladini di Francia.
Peppennino è il più ingenuo degli spettatori ma anche il più appassionato, non perde mai una puntata. Preoccupato del ritardo di Mastru Ramunnu, chiede all’oste don Jacupu perché egli non arriva.  Finalmente giunge il “cuntista” che inizia a raccontare. La storia è arrivata al terribile gigante Gattamugliere che ferisce il paladino Rinaldo proprio sotto il castello di Montalbano, dopo un combattimento tra Orlando e Rinaldo che dura tre giorni interi.
Ben presto la narrazione viene interrotta dall’arrivo del vapore da Napoli. Tra i passeggeri ci sono Tistuzza e Leporello. Il primo è un venditore di santini napoletani che lamenta i pochi affari che da qualche tempo fa a Palermo; il secondo è un giovane di ritorno dalla Spagna, dove per molti anni è stato al servizio di Don Giovanni.

Ideazione scenica, “cunto” e regia: Mimmo Cuticchio
Musiche: Wolfgang Amadeus Mozart
Libretto: Lorenzo Da Ponte

[ove non diversamente indicato, i brani sono tratti dal Don Giovanni,  dir: Abbado – Deutsche Grammaphon]

  1. “Ouverture”
  2. “Lacrimosa” (Messa da requiem,dir: Abbado – Deutsche Grammaphon)
  3. “Ah!  del padre in periglio”
  4. “Madamina, il catalogo è questo”
  5. “Là ci darem la mano”
  6. “Riposate vezzose ragazze”
  7. “Ah, ah, ah, ah, questa è buona”
  8. “Oh statua gentilissima”
  9. “Già la mensa è preparata”
  10. “Don Giovanni a cenar teco”
  11. “Notte e giorno faticar”
  12. “Non più andrai farfallone amoroso” (Le nozze di Figaro, dir: Muti – EMI  )

Pupari: Mimmo Cuticchio, Nino Cuticchio, Giacomo Cuticchio, Tiziana Cuticchio, Tania Giordano, Fulvio Verna, Noriko Takahasci
Costumi dei pupi, scene e cartelli: Pina Patti Cuticchio, Tania Giordano
Fonico: Maurizio Ruggiano
Luci: Marcello D’Agostino
Organizzazione: Elisa Puleo

I nuovi pupi, gli elementi scenici e gli interventi pittorici sono stati realizzati nel
Laboratorio dei Figli d’Arte Cuticchio – Via Bara all’Olivella – Palermo.

Rappresentazione al Teatro M. Pagano di Canneto sull’Oglio (Mantova) e trasmessa da RAIdue nella trasmissione “Palcoscenico” del 15.7.06.

dal 05.02 al 16.04
Online