Cannoli

A Catania e Messina i cannoli sono riempiti anche con crema gialla o di cioccolato. I più famosi cannoli siciliani, giganteschi e squisiti, sono quelli di Piana degli Albanesi.

1 kg. di ricotta fresca di pecora
600 gr. di zucchero
200 gr. di cioccolato fondente
100 gr. di scorza d’arancia candita
100 gr. di zuccata
una bustina di vaniglia

Lavorate bene con una forchetta, in una terrina, la ricotta, lo zucchero e la vaniglia, aggiungendo qualche sorso di latte se la ricotta è un po` asciutta. Quando il composto sarà omogeneo, passate a setaccio in modo che la crema risulti liscia e senza grumi. Condite con il cioccolato, la zuccata a pezzetti e la scorzetta d’arancia.

200 gr. di farina per dolci
20 gr. di sugna
2 cucchiaini di zucchero
2 cucchiai di marsala
2 cucchiaini di cacao
un pizzico di sale, olio per la frittura

Versate sul tavolo di marmo la farina, incorporatevi la sugna, il marsala, lo zucchero ed un pizzico di sale, e lavorate bene. Otterrete una pasta compatta come quella delle tagliatelle. Spianatela col mattarello a foglie sottilissime e ricavatene con uno stampo rotondo (un piattino da caffè) dei cerchi che avvolgerete attorno a stampi cilindrici (pezzi di canna di grosso diametro) della lunghezza di circa 5 centimetri. Saldate i lembi della pasta con una goccia di acqua e friggete in un tegamino nell’olio (o sugna) bollente. Mettete a scolare i cilindri in una carta assorbente ed attendete che siano freddi prima di togliere con molta cura la canna. Riempite le scorze di cannolo con la crema di ricotta e guarnite con fettine di arancia candita.

Utilizzo al posto del marsala l´ouzo ed al posto della ricotta di pecora il mizitra soffice greco.