FIGLI

Nicola e Sara sono una coppia innamorata e felice; sono sposati da tempo, hanno una figlia di sei anni e una vita che scorre senza intoppi. Ma quella che era iniziata come una dolce fiaba romantica si trasforma in un vero incubo con l’arrivo di Pietro, il secondo figlio della coppia. Quella che sembrava una perfetta famiglia media inizia a mostrare i primi squilibri e i due coniugi si ritroveranno a scontrarsi con l’imprevedibile.

Iniziano così a emergere vecchi rancori, insoddisfazioni che non riescono più a essere celate e ogni minimo disaccordo sembra essere motivo di litigio. Anche gli amici della coppia mostreranno l’instabilità che sembra innestare la crescita di uno o più figli, soprattutto se non si è più ventenni. L’unica salvezza sembra essere una babysitter, ma la ricerca è ardua e trovare una che faccia al caso loro sembra un’impresa titanica. Tra bimbi che piangono, lavatrici, urla e faccende domestiche accumulate, Sara e Nicola dovranno imparare a gestire la situazione ed affrontare le problematiche di coppia.

Paese di Produzione: Italia

Produzione: Wildside / Vision Distribution

Anno: 2020

Durata: 97’

Regia: Giuseppe Bonito

Sceneggiatura: Mattia Torre

Cast: Valerio Mastandrea, Paola Cortellesi, Stefano Fresi, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Andrea Sartoretti, Massimo De Lorenzo, Gianfelice Imparato, Carlo de Ruggeri, Betti Pedrazzi

Musiche: Giulio Taviani, Carmelo Travia

Lingua: originale con sottotitoli in greco

L’ironia è la cifra di tutto il film, la lente che filtra ogni sequenza. La forza di Figli sta nel cogliere dettagli che sono sotto gli occhi di tutti, ma che nessuno nota. O, almeno, non nel modo in cui lo fa il film. Figli mette sotto la lente di ingrandimento vezzi e manie del genitore e dell’italiano medio, raccontandole con un sarcasmo che scuote e non infastidisce. Dagli scontri generazionali ai problemi con l’agenzia dell’entrate; dalla mancanza di tempo libero, alla mancanza di voglia di avere tempo libero (perché ci si è dimenticati come usarlo). Sono ritratti uno dietro l’altro momenti tragicomici della vita di una madre e di un padre, dagli scenari post-apocalittici delle feste dei bambini alle nottate passate in bianco. Il film è uno zoom su una vita in cui chiunque può riconoscersi, che diventa una lista di cose da fare prima per non sentirsi in colpa poi.

dal 01.03 al 28.03
Online